Chiunque sia stato in Finlandia si sarà accorto che la sauna è un elemento imprenscindibile dello stile di vita nazionale, essendo presente in quasi tutte le case, negli alberghi e in tanti luoghi pubblici. Visitando una mostra proprio su questo tema al Museo Aalto di Jyväskylä, ho scoperto tantissime informazioni sulla sauna e la sua cultura.

La cultura della sauna in Finlandia

Fare la sauna appartiene allo stile di vita finlandese ed è parte dell’identità della Finlandia. Fu infatti adottata a cavallo tra il 18° e il 19° secolo proprio come simbolo di “finnicità”, in una campagna volta a creare uno spirito nazionale unitario, insieme al Kalevala, il poema epico nazionale e alla lingua finlandese. Nel tempo poi è diventata un fenomeno mondiale, divenendo uno dei simboli della Finlandia insieme alle sue foreste e ai suoi laghi. Dal 1986 il secondo sabato di giugno si celebra la Giornata nazionale della Sauna, che si accompagna alla Dichiarazione della Pace della Sauna che recita così:

  • Ognuno ha il diritto di bagnarsi nella sua sauna preferita,
  • Tutti devono andare in sauna con un atteggiamento amichevole,
  • Dissensi, litigi e telefoni cellulari vanno lasciati fuori,
  • Pensiero impuri, invidie o vendette non devono entrare in sauna,
  • Tolleranza e mente aperta sono benvenute!

Nel passato, nelle campagne, la sauna era al centro della vita, presente in ogni momento dell’esistenza delle persone, dalla nascita (si partoriva in sauna essendo un ambiente sterile) alla morte, dalla primavera all’inverno. Lo spirito di comunità, il senso di uguaglianza creato dalla nudità, il sentimento di unione percepito nelle famiglie che vanno in sauna insieme, hanno influenzato i valori della nazione. 

Può sembrare strano scoprire che, a volte, persone abbiano anche vissuto in una sauna: era infatti la prima cosa che veniva eretta quando si costruiva una fattoria e perciò i contadini si sistemavano lì nell’attesa che finissero i lavori, o vi alloggiavano degli affittuari o dei visitatori occasionali. Erano anche luoghi d’incontro, dove i ragazzi potevano socializzare e oggigiorno sono tornate ad essere luoghi di riunione mondana e d’intrattenimento.

Relax con le colleghe dopo una smoke sauna

Storia della sauna finlandese

Anche se si è tentato di dimostrare che la sauna è un’invenzione finlandese, in realtà non è così: nei secoli infatti  sono esistite tradizioni comparabili in diverse parti del mondo. I nativi Americani parlavano con gli spiriti in capanne riscaldate per provocare sudore, i romani avevano il sudarium, nei paesi arabi si utilizzano ancora gli hammam, in Russia ci sono i banja. La particolarità che in Finlandia quasi tutte le case hanno la propria sauna privata che tutti usano quasi ogni giorno. È molto divertente vedere che spesso i villini ed i cottages hanno accanto la casetta della sauna dipinta negli stessi colori della casa.

La deliziosa sauna con vista del Norrgärd resort

Si pensa che saune realizzate in buche nel terreno o in tende fossero già in uso nell Età della Pietra nella zona dell’attuale Finlandia, anche se non ci sono evidenze archeologiche. Sicuramente esistevano nella prima Età del Ferro: nel periodo della conquista vichinga, con lo stabilirsi di accampamenti permanenti con costruzioni in legno, le saune erano semplici casotti in legno senza caminetto. La prima descrizione scritta nei paesi nordici risale al 15° secolo; stranamente non era in uso nei Sami o nelle zone a lingua svedese.

La cosiddetta “smoke sauna”, (così chiamata perchè, non essendoci il caminetto, il fumo della legna annerisce le pareti) è l’originaria sauna finlandese, solo agli inizi del 20° secolo si iniziò ad usare le stufe con il caminetto, anche se le “smoke sauna” furono costruite nelle zone rurali fino ancora agli anni ’40: il cambio con le moderne stufe avvenne rapidamente, in meno di 50 anni.

La Sauna patrimonio Unesco

La cultura della sauna è compresa nella lista UNESCO del patrimonio culturale intangibile dell’umanità dal 2020. La Finnish Heritage Agency è responsabile per la salvaguardia di questo patrimonio, che comprende anche la protezione degli edifici storici: tre delle più antiche saune pubbliche, Kotiharju Sauna e Arla Sauna a Helsinki e Rajaportti Sauna a Tampere sono infatti tutelate come siti UNESCO.

Ph. Visa580 via Wikipedia

Löyly l’anima della sauna

Non ci crederete, ma la sauna finlandese ha una sua anima, chiamata löyly che determina se una sauna è buona o meno! Alcuni antichi poemi popolari spiegano come si crea un buon löyly: serve della buona legna, una stufa bollente e il cosiddetto “sudore di Väinämöinen”, l’eroe del poema Kalevala, ossia la folata pungente dell’aria calda e del vapore. Secondo antiche formule magiche, löyly nasce infatti da Auteretar, la figlia dell’aria.

Secondo la tradizione, il vapore che esce dalla stufa ha il potere magico di unire il nostro mondo a quello soprannaturale e ha proprietà curative. Ogni lõyly è unico, ha sapori diversi e trasmette sensazioni diverse e ogni persona ha il suo löyly preferito: c’è chi ama uno sbuffo violento di vapore e chi invece un vapore più morbido e diffuso.

La sauna in Finlandia

Oggigiorno si calcola che in Finlandia ci siano circa 3 milioni e mezzo di saune di ogni tipo. Essere invitati in sauna da qualcuno è un onore e non bisogna imbarazzarsi per la nudità: solitamente donne e uomini vanno separatamente, mentre le famiglie insieme. Si dice che le decisioni più importanti vengano prese in sauna, invece che durante le normali riunioni!

La vera sauna finlandese è poco illuminata, non c’è musica e i profumi si limitano a quelli dei rami di betulla fresca: ‘vasta’ o ‘vihta’ (a seconda della regione) è il fascio di ramoscelli di betulla con il quale ci si può gentilmente ‘frustare’ durante la sauna per ammorbidire la pelle.

Ph. Mariakray via Pixabay

Anche se considerata benefica per l’organismo, non bisogna dimenticare che in alcune circostanze la sauna può essere pericolosa, per esempio se fatta in stato di ubriachezza: l’alcool è infatti responsabile della maggior parte delle morti accadute in questi ambienti. Se ci si addormenta in sauna, l’innalzamento del calore corporeo o la disidratazione può avere conseguenze fatali.

Nei miei viaggi in Finlandia ho avuto modo di fare spesso la sauna, trovandola a volte anche nelle camere d’albergo o nei cottages che avevo affittato: non c’è niente di meglio dopo una lunga giornata che rilassarsi nel tepore di questi ambienti accoglienti. Ho potuto provare l’antica smoke sauna e anche quella alimentata da una vecchia stufa a legna che scaldava anche l’acqua per lavarsi!

Ad Helsinki due belle strutture con sauna sul mare sono Löyly e le piscine Allas: in città esiste anche Sompasauna, una sauna gratuita aperta 24h tutto l’anno gestita da chi la utilizza, mentre a Jyväskylä il ristorante-sauna Satamanviilu e il traghetto-sauna M/s Löyly permettono di tuffarsi nel lago Päijänte per rinfrescarsi!

Anche a voi piace rilassarvi nel caldo abbraccio del vapore di una sauna tanto quanto piace a me?

Ph. copertina Harri Tarvainen