L’inverno a Tromsø è un periodo di alta stagione dato il gran numero di turisti che la città attira grazie alle tante attività che si possono fare nei mesi più freddi dell’anno. Vediamo 8 cose (+1) da fare a Tromsø in inverno.

Ph.Vegard Stien-VisitTromsø

8 cose da fare a Tromsø in inverno

La “caccia” all’aurora boreale. Sicuramente la possibilità di vedere l’aurora boreale è uno dei maggiori motivi di attrazione delle regioni polari: il periodo migliore è quello che va da settembre ad aprile. Se si è fortunati, si possono vedere le magiche luci colorate anche dalla città, come è successo a me, sennò molte compagnie locali offrono tour serali in bus o mini van per trovare i migliori punti d’osservazione lontano dalle luci cittadine.

Salire con la cabinovia sul Storsteinen. Il miglior panorama della città lo si gode salendo fino a 420 mt s.l.m con la funivia Fjellheisen. Una volta in cima, ci si può fermare a mangiare al ristorante o fare una ciaspolata nei dintorni; questo è anche un ottimo punto di osservazione per le northern lights. Si può salire e riscendere anche a piedi, ma in inverno con il ghiaccio il sentiero può essere pericoloso.

Visitare la Cattedrale Artica. Proprio accanto alla funivia, sorge uno dei simboli di Tromsø, la cosiddetta Ishavskatedralen, anche se è una chiesa e non una cattedrale. È stata dedicata nel novembre 1965 mentre la celebre finestra mosaicata che domina l’interno è stata aggiunta nel 1962. Meno scenografica è la  vera Cattedrale di Tromsø, situata nel centro città.  Costruita nel 1861 è la cattedrale protestante più settentrionale al mondo ed una delle più grandi chiese in legno della Norvegia, in stile neogotico. Purtroppo io l’ho trovata sempre chiusa.

Ph. Vegard Stien- VisitTromsø

Visitare Polaria. Piccolo acquario artico ospitato in un edificio molto scenografico. Più adatto per i bambini che per gli adulti.

Escursioni Le escursioni e le esperienze outdoor offerte dalle numerosissime compagnie turistiche presenti in città sono davvero tantissime! Si va dalle crociere per vedere le balene alle corse in slitta trainate dagli huskies o dalle renne, fino ai tours fotografici nei fiordi norvegesi.

Conoscere la cultura Sami. Le varie esperienze a contatto con le renne includono solitamente la possibilità di conoscere meglio i Sami, loro tradizionali allevatori. I tour nei loro campi includono un pasto tipico all’interno di un lavu e il racconto della storia e delle usanze di questo popolo.

Visitare i musei. Se il freddo è molto intenso o il brutto tempo non permette di uscire in escursione, un’ottima idea è quella di rifugiarsi in uno dei musei cittadini. In pieno centro si trovano il Polar Museum, ospitato nell’edificio dell’ex dogana che racconta la storia della caccia, tipico mezzo di sostentamento in passato  e delle spedizioni polari.

Vicinissimo si trova il Troll Museum, molto divertente da visitare con i bambini.

Più distante l’Arctic University Museum of Norway.

Dormire in un Ice Dome. Le alternative per un alloggio fuori dal comune sono varie:  è possibile passare la notte in un lavu, la tradizionale tenda dei mandriani Sami o in cosiddetto “glass igloo” dove le ampie pareti finestrate permettono di ammirare l’aurora boreale senza alzarsi dal letto. Per i meno freddolosi si possono provare i brividi (nel vero senso della parola) dormendo in un igloo di ghiaccio! 

Extra. In gennaio a Tromsø si svolge l‘International Film Festival: alcune proiezioni avvengo all’aperto, un’esperienza davvero unica da provare!

E voi siete mai stati a Tromsø? Per tutte le notizie sulla città => VisitTromsø

Il murale dedicato al celebre navigatore Roald Amundsen